Emanuele D’Aguanno

Emanuele D’Aguanno

Tenore

Emanuele D’Aguanno compie gli studi musicali presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza e attualmente si perfeziona con William Matteuzzi e Ramon Vargas. Inizia subito un’intensa attività che lo porta rapidamente ad esibirsi in molti prestigiosi teatri in Italia ed all’estero.
Ha debuttato diversi ruoli quali Enea/Dido and Aeneas; Almaviva/Barbiere di Siviglia di Paisiello; Contino Belfiore/La finta giardiniera, Agenore/Il re pastore, Ferrando/Così fan tutte di Mozart; Paolino/Il matrimonio segreto, Almaviva/Il barbiere di Siviglia, Ramiro/La Cenerentola, Nemorino/L’elisir d’amore, Ernesto/Don Pasquale, Lysander/A midsummer night’s dream, Pastore e Marinaio/Tristan und Isolde.
Tra gli impegni più importanti delle ultime stagioni ricordiamo Nemorino ne L’elisir d’amore diretto da Campanella e al Bunka Kaikan di Tokyo, Die Frau ohne schatten diretto da Mehta al Comunale di Firenze, Turandot (Pong) diretto da Mehta, Così fan tutte (Ferrando), Macbeth a Monaco di Baviera, Otello (Cassio) di Verdi alla Canadian Opera di Toronto, Piramo e Tisbe di Hasse diretta da Fabio Biondi al Festival di Pentecoste di Salisburgo e a Montpellier, Don Giovanni (Don Ottavio) a Glyndebourne, la prima mondiale di Senso di Tutino con la regia di Hugo De Ana al Massimo di Palermo, Manon Lescaut all’Opéra de Montpellier, Il ritorno di Ulisse in patria al Teatro alla Scala di Milano e al Theater an der Wien, Medea in Corinto (Egeo) di Mayr diretto da Ivor Bolton alla Bayerische Staatsoper, Il matrimonio segreto (Paolino) al Regio di Torino, Farnace al Maggio Musicale Fiorentino, La traviata in Oman con il Festival di Macerata, Falstaff (Fenton) al Colòn di Buenos Aires. Tra i suoi impegni recenti e futuri ricordiamo: Lucia di Lammermoor a Monaco di Baviera e al Metropolitan di New York, La traviata (Alfredo) e Poliuto (Nearco) al Festival di Glyndebourne, I pagliacci (Beppe) al Teatro Colòn di Buenos Aires.