Elena Belfiore

Elena Belfiore

Mezzosoprano

Elena Belfiore si è diplomata a Genova, al Conservatorio Nicolò Paganini, sotto la guida di Gabriella Ravazzi e ha calcato i palcoscenici dei più importanti teatri del mondo in un vasto repertorio che spazia dal barocco alla musica contemporanea (Isabella di Corghi, La legge di Giacomo Manzoni, Messer Lievesogno e la porta chiusa di Galante, Il fantasma di Canterville di Scannavini e Lavinia fuggita di D’Amico) passando per opere di Rossini (Cenerentola, Il barbiere di Siviglia, La Scala di seta, L’equivoco stravagante), Verdi (Falstaff), Mozart (Le nozze di Figaro, Don Giovanni, La clemenza di Tito, Mitridate re di Ponto, La finta semplice), Offenbach (Les contes d’Hoffmann), Donizetti (Anna Bolena, Maria Stuarda), Gounod (Romeo et Juliette).
Ha lavorato con importanti direttori d’orchestra, fra i quali Bonynge, Campanella, Chaslin, Chung, Curtis, Fisch, Frizza, Fischer, Daniele Gatti, Jia, Jurowski, Kout, Maazel, Ono, Oren, Plasson, Ranzani, Reynolds, Rovaris, Rizzi, Salemkour, Woods e Zedda.
In ambito concertistico ricordiamo le sue apparizioni con lo Stabat Mater di Rossini, Das Lied von der Erde di Mahler con l’ORT, Shéhérazade di Ravel con l’Orchestra della Fondazione Toscanini, Les Nuits d’Eté con la Danish National Chamber Orchestra, Requiem di Mozart con Chung con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Ha inoltre eseguito Die Shoepfung (Eva) di Haydn con Lorin Maazel a Roma.
Tra gli impegni delle ultime stagioni ricordiamo Lodoiska con la Münchner Rundfunkorchester a Ingolstadt (registrata in Cd), Evgenij Onegin (Olga) a Cagliari e Montevideo, Ariadne auf Naxos e Requiem di Mozart a Genova, Lo frate ‘nnamorato di Pergolesi a Jesi (incisione dvd), Il marito disperato di Cimarosa ad Hong Kong con il San Carlo di Napoli diretta da Rousset con la regia di Paolo Rossi, il debutto in Norma (Adalgisa) a Cagliari, Il barbiere di Siviglia a Genova e Napoli, il debutto ne I Capuleti e i Montecchi (Romeo) e Stabat Mater al Bellini di Catania, La finta semplice (Giacinta) diretta da Alessandrini alla Bayerische Rundfunk di Monaco di Baviera (incisione Cd).