Federico Guglielmo

Federico Guglielmo

Violino

La critica internazionale riconosce al violinista padovano Federico Guglielmo “una versatilità straordinaria” ed “una matura autorevolezza interpretativa”, confermate dagli apprezzamenti per le esecuzioni dal vivo e dai premi per le sue numerosissime registrazioni discografiche. È stato vincitore del Premio Internazionale del Disco Antonio Vivaldi. A soli 22 anni il 1° Premio al Concorso di Musica da Camera Vittorio Gui di Firenze lancia la sua carriera a livello internazionale; nello stesso anno, vincendo il concorso nazionale a cattedre, diviene il più giovane docente di musica per archi nei conservatori italiani, incarico che ancora oggi ricopre al Conservatorio F. Venezze di Rovigo. Come solista di violino barocco/classico e come direttore è regolarmente invitato dai maggiori gruppi in tutto il mondo. Ha diretto in tour in Inghilterra la storica The Academy of Ancient Music ed è stato poi invitato da gruppi quali The Händel & Haydn Society di Boston e la Tokyo Chamber Orchestra; ha riportato un sensazionale successo nei tour in Australia (2010 e 2012) con la Australian Brandenburg Orchestra dove le sue esibizioni sono state registrate dalla ABC. Nel 1995 ha fondato il gruppo con strumenti originali L’Arte dell’Arco con cui suona nei maggiori festival europei, in Estremo Oriente ed ha inciso più di 100 Cd per Deutsche Harmonia Mundi, Sony/Bmg Classical, Chandos, Cpo, Stradivarius, Asv Gaudeamus, Rai Trade. Nel 2013 è stato pubblicato l’ultimo volume dell’integrale dei 125 Concerti per violino di Giuseppe Tartini in 33 Cd che ha realizzato con la Dynamic mentre nel 2014 è apparsa per Brilliant Classics la nuova Vivaldi Edition (19 Cd con tutte le opere a stampa del compositore veneziano). Collabora con musicisti quali Bob van Asperen, Emma Kirkby, Monica Huggett, Stanley Ritchie, Dan Laurin, Paul Dyer. Ha suonato i Concerti per violino di Bach sotto la direzione di Gustav Leonhardt, il Concerto per violino di Beethoven con la Filarmonica de Gran Canaria diretta da Christopher Hogwood, concerti per violino di Vivaldi e Tartini con Sigiswald Kuijken ed ha proposto la prima esecuzione europea in tempi moderni del Concerto per violino di Franz Clement sotto la direzione di Reinhard Goebel. Ha tenuto corsi di violino barocco in Italia, Brasile, Giappone e per il New South Wales Conservatory in Australia.