Philippe Jordan

Philippe Jordan

Direttore

Attuale Direttore musicale dell’Opera National de Paris e dei Wiener Symphoniker, Philippe Jordan è senza alcun dubbio uno dei più emozionanti direttori della sua generazione.
A 16 anni entra al Conservatorio di Zurigo dove ottiene il diploma di insegnante di piano con lode. Ha studiato teoria e composizione con Han Ulrich Lehmann e ha proseguito i suoi studi di pianoforte con Karl Engel. Dopo aver lavorato come assistente di Jeffrey Tate al Teatro Chatelet di Parigi, dal 2006 al 2010 è Direttore ospite della Berliner Staatsoper unter den Linden.
La sua carriera inizia nella stagione 1994/95 come direttore dell’Ulm Stadt Theater. Dal 1998 al 2001 è assistente di Daniel Barenboim alla Deutsche Staatsoper di Berlino. Dal 2001 al 2004 è Direttore principale dell’Opera di Graz e della Graz Philharmonic Orchestra.
In questo periodo ha debuttato nei più prestigiosi teatri e festival: Semperoper a Dresda, Royal Opera House Covent Garden, Zurigo Opera House, Wiener Staatsoper, Metropolitan Opera New York, Theatre Royal de la Monnaie a Bruxelles, Teatro alla Scala di Milano, Bayerische Staatsoper Monaco, Bayreuth Festival, Glyndebourne Festival, Salzburger Festspiele e Aix en Provence Festival.
Philippe Jordan ha diretto le principali orchestre quali Berliner Philharmoniker, Philharmonia Orchestra London, Chicago Symphony, Cleveland, Philadelphia, National Symphony Washington, New York Philharmonic, Wiener Philharmoniker, Berlin Staatskapelle, NDR Hamburg Symphony, DSO Berlin, Filarmonica della Scala, Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Orchestre Philharmonique de Radio France, Gustav Mahler Youth Orchestra e Tonhalle Zürich. Philippe Jordan continua, occasionalmente, la sua attività concertistica come pianista.
La stagione 2014/15 vede Philippe Jordan impegnato con i Wiener Symphoniker nel progetto delle Sinfonie di Schubert, in composizioni contemporanee e negli Oratori di Bach.
Nel settembre 2014 ha pubblicato con i Wiener Symphoniker il Cd con la Sinfonia n. 6 di Čajkovskij. Tra i progetti futuri segnaliamo all’Opera National de Paris, una nuova produzione de Il ratto dal serraglio e Re Artù di Chausson, una ripresa di Pelleas et Melisande di Debussy, e tutte le Sinfonie di Beethoven, alla Bavarian State Opera a Monaco, con una nuova produzione di Arabella e una ripresa di Tristano e Isotta.