La Regina con i Capelli d’Oro

La Regina con i Capelli d’Oro nasce dalla collaborazione tra il compositore Brian Richard Earl, la regista Lorenza Cantini autrice del libretto e Daniele Morandini, già primo trombone dell’Israel Philharmonic Orchestra. La storia si basa su un’antica fiaba ebraica, che con un sottile filo d’ironia mescola saggezza antica ed ermetici simboli alchemici al mondo delle fiabe. La musica ricalca ora quella folcloristica ebraica rivisitata in chiave moderna, ora modelli stravinskiani, ad esempio l’orchestra di solo otto elementi.

La storia. Il Padre morente fa giurare a Iochanan, suo figlio, che il giorno dopo la sua morte comprerà il primo oggetto che gli sarà offerto al mercato. Iochanan acquista uno scrigno contenente uno scorpione affetto da una fame insaziabile e per nutrirlo finisce in rovina. Senza più mezzi gli dà la libertà e per ringraziarlo lo scorpione regala a Iochanan il suo più grande desiderio: conoscere tutte le lingue del mondo. Grazie a questo dono si fa notare dal Re, uomo ambizioso e crudele, che vuole sposare una principessa straniera, un capello d’oro della quale gli è stato consegnato da un uccello magico. Iochanan riceve il compito di rintracciarla. Dopo un lunghissimo viaggio, con l’aiuto degli animali della foresta, trova la Principessa che accetta di seguirlo ma solo dopo che le abbia procurato due flaconi di acqua magica, uno dall’Inferno e uno dal Giardino dell’Eden. Al loro ritorno in patria gli invidiosi Nobili del Re uccidono Iochanan, che viene però risuscitato dalla Principessa, ora Regina, con l’ausilio dell’acqua che egli le aveva procurato dal Giardino dell’Eden. Il Re, stupefatto da questi avvenimenti miracolosi, convince i suoi nobili a dichiarare guerra contro tutti i regni confinanti, sicuro che nel caso fosse ucciso in battaglia, sua moglie avrebbe potuto risuscitarlo…

I ruoli. Iochanan, il Re, i suoi Nobili e gli Animali Fantastici sono interpretati da un tenore. La Principessa e la Moglie di Iochanan sono interpretati da un mezzosoprano. Il tutto è commentato e collegato da una voce recitante.