Un Festival green!

L’evento ha ottenuto la certificazione ISO 20121 – gestione per l’organizzazione sostenibile di eventi – grazie al contributo del Progetto “AMALAKE – Amazing Maggiore: Active Holiday on the Lake Maggiore”, nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia Svizzera 2014-2020. La Camera di Commercio di Monte Rosa Laghi Alto Piemonte è capofila di parte italiana di progetto.

L’Associazione Settimane Musicali di Stresa ha adottato un sistema di gestione sostenibile in relazione alla norma internazionale ISO 20121 “eventi sostenibili”.
La politica di sviluppo sostenibile prevede la valutazione degli impatti economicisociali ed ambientali dell’evento.
L’Associazione Settimane Musicali di Stresa intende coinvolgere tutti gli stakeholder in questo percorso virtuoso per amplificare i risultati a beneficio di tutti.
La stesura del documento di politica di sviluppo sostenibile e la condivisione con tutti gli stakeholder dimostra l’impegno nell’applicazione dei principi di sviluppo sostenibile nelle attività di gestione della stagione 2021.
Il progetto, supportato e finanziato dalla Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte, rientra nel progetto Interreg Italia-Svizzera Amalake per la riqualificazione dell’area “Lago Maggiore e le sue valli” dal punto di vista del turismo sostenibile.
L’Associazione viene valutata e certificata annualmente da un ente terzo (Bureau Veritas) e si avvale del contributo dello studio di consulenza Locom, per la gestione di tutte le azioni e gli audit necessari all’implementazione delle procedure e alla raccolta delle evidenze che certifichino l’applicazione e il rispetto delle indicazioni della norma ISO20121.

Rispetto ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile definiti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, l’Associazione Settimane Musicali di Stresa si impegna a mantenere e a raggiungere alcuni i di essi in particolare:

Diffusione della cultura musicale quale mezzo di crescita e benessere personale.
Organizzazione di appuntamenti a contatto con la natura.

 

 

 

 


Eredità culturale e stimolo all’ascolto e allo studio della musica, con attenzione particolare al pubblico dei giovani.

Nessuna discriminazione di genere e promozione del rispetto della diversità.

Garanzia di lavoro dignitoso e regolarità dei contratti di collaboratori e artisti.

Sviluppo di una struttura ecosostenibile per concerti all’aperto.

Collaborazioni sul territorio con altri enti e associazioni.

Con la consulenza

Ente certificatore

torna su